VISITARE ROMA IN 3 GIORNI!

Chi non ha mai sognato di visitare la città eterna?

Roma è la capitale della storia, della cultura, della religione, ma se si ha un solo weekend bisogna avere un itinerario già stabilito per visitarne le meraviglie  poiché Roma  non si visita nemmeno in un mese , quindi .. questo è l’articolo che fa per voi!.

Roma

Passeggiando per la città eterna, in breve tempo scoprirai tipici ristorantini nascosti oppure ti imbatterai in antiche rovine romane.

Munitevi di biglietti giornalieri dei mezzi urbani. Scordatevi la macchina per visitare Roma, al massimo affittate uno vespa.

GIORNO 1 :

ALTARE DELLA PATRIA ( PIAZZA VENEZIA)

Il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, meglio conosciuto con il nome di Vittoriano o Altare della Patria, sul Campidoglio, opera dell’architetto Giuseppe Sacconi.

Il nome “Vittoriano” deriva da Vittorio Emanuele II, primo Re d’Italia. Da quando, nel 1921, accolse le spoglie del Milite ignoto, il monumento assunse una nuova valenza simbolica, e quello che era stato pensato inizialmente come monumento dinastico, divenne definitivamente una celebrazione dell’Italia unita e della sua libertà.

COLOSSEO

Il Colosseo, originariamente conosciuto come  Anfiteatro Flavio, è il più grande anfiteatro del mondo, situato nel centro della città di Roma, è il più importante anfiteatro romano e uno dei simboli d’Italia.

Anticamente era usato per gli spettacoli di gladiatori e  altre manifestazioni pubbliche (spettacoli di caccia, rievocazioni di battaglie famose, e drammi basati sulla mitologia  classica).  Oggi è un simbolo della città di Roma e una delle sue maggiori attrazioni turistiche sotto forma di monumento archeologico regolarmente visitabile.

 

FONTANA DI TREVI

La storia della fontana è strettamente collegata a quella della costruzione dell’acquedotto Vergine , che risale ai tempi dell’imperatore Augusto, quando Marco Vipsiano fece arrivare l’acqua corrente fino al Pantheon ed alle sue terme.

La scenografia è dominata da una scogliera rocciosa che occupa tutta la parte inferiore del palazzo, al cui centro, sotto una grande nicchia delimitata da colonne che la fa risaltare come fosse sotto un arco di trionfo, una grande statua di Oceano che guida un cocchio a forma di conchiglia trainato da due cavalli alati, a loro volta guidati da altrettanti tritoni.

 

PIAZZA DEL POPOLO

Piazza del Popolo è l’ultima grande realizzazione di Roma papale. si tratta di una architettura allegra poiché oltre a costituire l’elegante vestibolo della città, era in passato l’ambientazione di giochi, fiere, spettacoli popolari (da qui partiva la corsa dei “berberi” durante il carnevale), anche se, purtroppo, non mancavano anche le esecuzioni capitali.

PIAZZA DI SPAGNA

Piazza di Spagna (nel Seicento piazza di Francia), con la scalinata di Trinità dei Monti, è una delle più famose piazze di Roma .

Al centro della piazza vi è la famosa Fontana della Barcaccia , che risale al primo periodo barocco, scolpita da Bernini e da suo figlio.

GIORNO 2

Dedicate la mattinata per una passeggiata nei magici giardini di VILLA BORGHESE.

Villa Borghese è un grande parco nella città di Roma  che comprende sistemazioni a verde di diverso tipo, dal giardino all’italiana alle ampie aree di stile inglese , edifici, piccoli fabbricati, fontane e laghetti.

È un dei più grandi  parchi pubblici  a Roma.

Il grande parco contiene diversi edifici ed ha 9 ingressi: tra i più frequentati quello di porta Pinciana, quello dalla scalinata di Trinità dei Monti. Il “giardino del Pincio, nella parte sud del parco, offre un noto panorama su Roma.

MUSEI VATICANI E CAPPELLA SISTINA 

Un gigantesco archivio storico dell’epoca del Rinascimento .

I magnifici e vastissimi Musei Vaticani rappresentano uno dei complessi museali più grandi e interessanti del mondo. E proprio per questo motivo le code all’ingresso sono davvero lunghissime, in particolar modo nei periodi di alta stagione come Natale, Pasqua e durante la primavera.

Premunirsi, quindi, di una buona dose di pazienza, verrà sicuramente ripagata all’interno!
E’ preferibile, comunque, prenotare il biglietto on line o direttamente la visita guidata, con questa operazione risparmierete tempo ed eviterete le lunghe code all’ingresso.

Il complesso dei Musei Vaticani racchiude al suo interno diversi musei: Museo Pio Clementino, Museo Chiaramonti, Museo Gregoriano Etrusco, Museo Gregoriano Egizio, Museo Gregoriano Profano, Museo Pio Cristiano, Museo Missionario Etnologico, Collezione d’Arte Religiosa Moderna, Gallerie Superiori, Museo della Biblioteca Vaticana, Pinacoteca e naturalmente l’ineguagliabile Cappella Sistina.

La CAPPELLA SISTINA è conosciuta in tutto il mondo sia per essere il luogo nel quale si tengono il conclave e altre cerimonie ufficiali del Papa (in passato anche alcune incoronazioni papali), sia per essere decorata con una delle opere d’arte più conosciute e celebrate della civiltà artistica occidentale, gli affreschi di Michelangelo Buonarroti, che ricoprono la volta e la parete di fondo  sopra l’altare.

GIORNO 3

PANTHEON

Il Pantheon (“[tempio] di tutti gli dei”) è un edificio della Roma antica situato nel rione Pigna  nel Centro storico, costruito come tempio dedicato a tutte le divinità  passate, presenti e future.

Unica costruzione romana rimasta praticamente intatta attraverso i secoli, questo edificio fu fondato tra il 25 e il 27 a.C da Agrippa, come Tempio dedicato ai dodici Dei ed al sovrano vivente.

PIAZZA NAVONA

Straordinaria scenografia urbana, Piazza Navona è uno dei luoghi più celebri della città. La sua caratteristica forma ovale ricalca direttamente l’antico perimetro del sottostante stadio di Domiziano. Costruito dall’imperatore Domiziano prima dell’86 d.C., lo stadio era utilizzato per gare ginniche e, insieme a un vicino Odeon destinato a gare e prestazioni musicali, veniva a costituire un vero e proprio complesso sportivo-culturale.

La piazza ospita un mercato all’aperto come tradizione storica della città.

4788289825_71ed638122_onavona01

CAMPO DE’ FIORI

Storico e folkloristico mercato di giorno, Campo de’ Fiori diventa centro nevralgico della movida la sera. La piazza, gremita di gente che la mattina girovaga tra i banchi ortofrutticoli, di notte apre i battenti a ristorazione e divertimento.

Per secoli Campo de’ Fiori è stato il principale palcoscenico delle esecuzioni pubbliche. Tra queste, è passata alla storia, nel 1600, quella di Giordano Bruno, la cui statua domina il centro della piazza.

Da non perdere, nelle immediate vicinanze, le storiche vie con botteghe tradizionali che ancora oggi portano il nome degli artigiani che un tempo vi lavoravano, come Via dei Baullari, Via dei Cappellari o via Via dei Giubbonari.

 

STREMATI VERO? Ma ne sarà sicuramente valsa la pena 🙂

RIPOSATE BENE.

Spero che quest’articolo vi sia piaciuto , potete condividerlo ovunque voi vogliate  e con la persona che vi piacerebbe portare  in questo viaggio.

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...